Benvenuti

Domenica 27 Luglio

 

Ore 9.00 SS. Messa della Fratellanza

 

27.10.2013

“Il Regno dei cieli è simile ad un tesoro nascosto”.

Dio si compiace di Salomone perché non si è lasciato ingannare dai desideri di grandezza, ma ha chiesto un cuore docile, capace di rendere giustizia al popolo e distinguere il bene dal male (I Lettura). Nell’esortare ad armonizzare le cose antiche (Antico Testamento) con le nuove (Nuovo Testamento), Gesù nel Vangelo mostra un orizzonte del tutto nuovo. Con tre parabole annuncia la gioia del Regno dei cieli, paragonato ad un tesoro sepolto in un terreno, ad una perla di grande valore e una rete colma di pesci. È su questi paragoni che scatta il messaggio di Gesù. Per possedere il Regno, bisogna afferrare a volo questa occasione unica, impegnandovi tutto quanto si ha a disposizione. Chi, invece, ritenesse che rinunciare ai propri interessi per la novità del Regno, non è un affare ma una perdita, sappia che la similitudine della cernita dei pesci è una chiara allusione al giorno del giudizio di Dio alla fine del mondo, quando i buoni saranno separati dai cattivi. A quanti cercano in Gesù il tesoro prezioso e la perla di inestimabile valore, san Paolo ricorda che il più grande affare è quello di comportarsi da figli di Dio (II Lettura)