Il Mese di Maggio

 

Uno degli impegni più importanti e sentiti dalla fratellanza è quello dedicato al Mese di Maggio. Non potrebbe essere altrimenti, considerata l’intensa devozione dei confratelli alla Madre di Dio, venerata, all’interno della chiesa dell’Annunziata sotto diversi titoli.

Ogni giorno, per tutto il mese, è possibile assistere, a sera, alla Santa Messa con canto del Magnificat. Ogni anno alla celebrazione è presente un predicatore che tiene, ogni sera, un’omelia diretta a sviscerare i temi della fede cristiana ed in particolar modo quelli legati alla tematica mariana.

La sera del 31 Maggio è caratterizzata dal canto delle litanie lauretane, composte per l’occasione dal canonico Francesco Saverio Fiorentino, padre spirituale dell’Arciconfraternita, dal canto del Tantum Ergo e dalla Benedizione Eucaristica conclusiva. Non di rado in quest’occasione è celebrata anche la liturgia di ammissione dei nuovi confratelli.

Alcune manifestazioni peculiari caratterizzano ancora la celebrazione del Mese di Maggio. E’ tradizione, infatti, che la nostra Arciconfraternita organizzi, il primo sabato di Maggio, la Festa della Mamma. Il senso della festa è chiaro: quale occasione migliore per festeggiare le mamme se non durante il mese dedicato alla Madre per eccellenza? E’ per questo motivo che dal 1971 si pensò di istituire questa festa. Dal 1985, poi, la serata è allietata dal nostro Coro Santa Monica, il quale si esibisce con i cantori più piccoli che, oltre a cantare inni alla Vergine, recitano poesie e pensieri dedicati alle mamme. La serata si conclude con la distribuzione di rose a tutte le donne presenti in chiesa.